Casa organizzata con l’home binder. Nonostante i bambini!

home binderCome può aiutarmi?

Situazione numero uno: dovete gestire la casa, i bambini, la spesa, il gatto, le lavatrici e i panni da stirare. Praticamente ogni sera sperate di risvegliarvi come la Dea Kali per avere mille braccia e sopravvivere a tutte queste incombenze. Dagli altri abitanti della casa nessun cenno di vita. Quando i familiari (nonne e zie) impietositi compaiono sulla porta di casa vorrebbero aiutarvi “ma non sanno come fare”.

Situazione due: come sopra ma in più dovete affidare la gestione della casa a qualcuno perché partite per le vacanze.

Come fare?

Affidatevi all’home binder! Ma che cos’è? È un quadernone ben organizzato in sezioni che contiene tutte le informazioni utili alla gestione della vostra casa.

Quali sezioni dell’home binder possono essere utili?

– una sezione dedicata alla pianificazione delle pulizie domestiche. Dividi la casa in zone e stabilisci ogni quanto rassettare quella determinata zona a seconda per esempio di quanto tu e la tua famiglia la sfrutatte. Ma non solo! Hai delle superfici delicate? Appuntati anche i prodotti che usi per non sciuparle.

– una sezione dedicata alla pianificazione del menù settimanale e alla spesa. Potrai specificare quali sono i piatti preferiti dai bambini, come li cucini o appuntarti i tuoi fornitori preferiti dove acquisti solitamente i prodotti.

– una sezione interamente dedicata ai bambini. Scrivi tutti i loro orari: i rientri scolastici, quando e dove frequentano le loro attività sportive, i numeri delle mamme dei loro amchetti in caso fosse necessario contattarle in caso di dubbi sui compiti scolastici o semplicemente per incontrarvi al parco.

Nella sezione dedicata ai bambini inserisci anche il numero, gli orari e l’indirizzo del loro medico pediatra e dedica una paginetta ai farmaci che utilizzi per i piccoli malanni di stagione (la babysitter o la nonna si sentiranno più sicure trovandolo scritto da te). Specifica anche eventuali allergie ed intolleranze.

i piccoli amici di casa: il gatto mangia una sola volta al giorno ma quando è affidato alle cure degli altri fa il furbetto e chiede cibo ogni ora riuscendo a farla franca? Grazie all’home binder potrai informare la persona incaricata di turno che no, il gatto non è denutrito e che non deve raggiungere il peso di un vitellino. Anche per lui lascia i riferimenti del medico veterinario che lo segue.

Se non sai da dove iniziare puoi farti aiutare! In Italia è ancora poco conosciuta ma esiste la figura del professional organiser ovvero di un esperto che, dopo aver conosciuto te e la tua famiglia, ti saprà consigliare come organizzare al meglio il tuo home binder e a sfruttarlo al meglio. Questo il sito dove trovare il professionista a te più vicino: http://www.apoi.it/

Un estratto di questo mio post è comparso sul numero di Marzo del 2018 della rivista GG – Giovani Genitori con la quale collaboro.

Se provate ad organizzarvi con l’home binder mandatemi le vostre foto! Credo che possa essere uno strumento utile e che può contribuire alla serenità della casa e di tutti … a parte il gatto che non riuscirà più a fregare nessuno!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *